Posts Tagged ‘omegna calcio’

h1

METTI UN GIORNO A OMEGNA

15 febbraio 2010

«Ueh, fenomeno!». Fernandez ha appena sbagliato uno stop, e si dispera. Ero uno stop difficile, con la palla che scendeva a campanile. «Chi crede di essere quello lì?». Non passano cinque minuti che Alex Del Piero si materializza sul campo, vestito da Fernandez, con la maglia del Verbania. Finta, controfinta, e palla nel sette, sul palo lungo. Morbida, alla Del Piero. «Mamma mia, quel bocia lì, cos’ha fatto!». Applausi.

Omegna, VCO. Mi faccio 160 km tra andata e ritorno per vedere una partita di Promozione. Se non è passione questa… Altro che San Valentino. Il Liberazione è in festa. Ci sono i bambini sul campo, che non è un praticello inglese, ma è bello perché ci hanno lavorato in tanti per spalare la neve e renderlo agibile. Il Verbania è la prima in classifica, merita una cornice importante. Dieci euro, niente abbonamenti per una partita che se vinta, vale una stagione, o quasi.

Sembra di stare ad una festa di paese, e lo è. Dagli altoparlanti gracchia un inno, al chioschetto c’è già la fila. Poi c’è un tavolo pieno di panini. Si riempiono le tribune, qualcuno scoppia dei petardi: la cosa si fa seria. C’è chi promette bagni nel lago in caso di vittoria. Ma bastano dieci minuti e gli ospiti segnano. Poi è una partita a senso unico. Il Verbania allunga a 41 la striscia di imbattibilità. 1-4, senza storia.

La giornata rossonera, con quei seicento tifosi gelati dal freddo e dalla partita, finisce con il gol della bandiera di Improta. Qualche mugugno, dei soliti vecchi saggi, che dicono di saperne molto di più del buon Augusto Poletti. Chi prometteva il bagno nel lago, invece, chiude da solo, su una panchina. Non sempre si può vincere, però ogni tanto non farebbe male.