Archive for aprile 2011

h1

POLL E I POTERI OSCURI

29 aprile 2011

di Luciano Cremona

Le polemiche infuriano. La Uefa indaga. Josè Mourinho potrebbe prendersi una pesante squalifica. La stampa spagnola ha messo in piedi una vera e propria battaglia. Marca parla di “Imbroglione”, riferendosi a Dani Alves e alle simulazioni dei giocatori del Barcellona. Il Mundo Deportivo replica rispondendo per filo e per segno ai “perché?” sparati dallo Special One in conferenza stampa. Tra cui c’era anche il famoso attacco al Barcellona in quanto “squadra dell’Unicef”. Le parole del tecnico portoghese hanno riaperto un tema caldo, quello della sudditanza degli arbitri nei confronti dei grandi club. La risposta su come i club europei sono soliti cercare di farsi amici gli arbitri è arrivata da un famoso ex direttore di gara. L’inglese Graham Poll, che tiene una rubrica sul Daily Mail, ha elencato una serie di aneddoti che spiegano come le società esercitino il loro “potere oscuro”. Partendo proprio da Josè Mourinho, definito come il maestro dei giochi psicologici.

CONTINUA A LEGGERE SU Sky.it

h1

Van der Sar vs Neuer: la sfida tra i portieri dell’addio

27 aprile 2011

di Luciano Cremona

Uno ha quasi 41 anni, è alla sua ultima stagione e ha vinto tutto. L’altro di anni ne ha da poco compiuti 25 e sta per lasciare anche lui la sua squadra. Sono tutti e due portieri, grandi portieri. Uno contro l’altro per volare a Wembley per la finale di Champions. Manchester United Schalke non è solo Rooney e Raul, ma anche la sfida tra Edwin Van Der Sar e Manuel Neuer, i numeri uno.

CONTINUA A LEGGERE SU Sky.it

h1

BE THE NEW PUMA KING

26 aprile 2011

Tutto ruota intorno a quel nome. Ma-ra-do-na. Il ragazzo d’oro, diventato re del mondo con ai piedi delle scarpe diventate leggenda, come lui. Dalla Puma 1986 Mexico Finale alla Puma King finale sono passati 25 anni. Il mito del ‘diez’ vive ancora come quello degli strumenti del mestiere indossati anche da Pelè, Kempes, Matthäus e Cruijff.

Puma, da sempre in prima linea per la promozione dei valori dello sport – e non a caso sponsor ufficiale della Nazionale italiana di calcio – ha promosso un’iniziativa d’eccezione. “Be the new Puma King”, diventa il nuovo re della Puma. Un contest, una sfida pensata per ragazzi di 14 e 15 anni. Meglio, per giovani talenti, per chi aspira a diventare il nuovo re.

La sfida online – Fatevi filmare mentre giocate la partita della vostra squadra. Fatevi riprendere mentre palleggiate, mentre fate numeri che nemmeno Ronaldinho sa fare. Preparate un video di vostri gol, di vostre parate, di vostri salvataggi, di vostri assist magici. Poi andate sul sito Puma New King su Gazzetta.it e caricate il vostro capolavoro. Inizia così la vostra scalata per diventare il nuovo re di Puma. Ovviamente, all’interno del sito, ci saranno sezioni dedicate ad ogni ruolo. Dovete essere il più speciali possibili per essere selezionati. Otto ragazzi infatti verranno scelti per partecipare alla finale di Coverciano.

I PUMA DAY – Puma sceglierà alcune scuole calcio, in collaborazione con Master Group. In tutta Italia verranno organizzati i Puma Day (sul sito tutte le date e i luoghi degli avvenimenti) presso le società sportive che collaboreranno con i rivenditori Puma. Una giuria tecnica visionerà e selezionerà i migliori ragazzi tra i 14 e 15 anni. Migliori, ovvero quelli che si distingueranno per capacità tecniche, per genialità. I ragazzi dovranno impressionare la giuria in modo da puntare alla finale quadrangolare dell’11-12 giugno, a Coverciano, nel centro tecnico della Nazionale Italiana. Se otto arriveranno in Toscana attraverso il contest online, i Puma Day accenderanno il sogno di 54 futuri talenti. 62 si contenderanno il titolo di nuovo re e soprattutto la possibilità di fare uno stage presso una squadra di Serie A, Bundesliga, Liga o Premier League sponsorizzata da Puma.

Puma per tutti – L’iniziativa di Puma è più che un semplice contorno per lanciare un prodotto. Anche se non si può non parlare della scarpa in sè. Design, tecnologia e materiali moderni rendono la leggendaria scarpa dell’86 un vero gioiello. Le tecnologia Puma AptoLast permette alla calzatura di adattarsi alla silhouette del piede. La tomaia in pelle di canguro fa della Puma King finale il top per quanto riguarda la sensibilità nel tocco di palla. Se questa scarpa è la scarpa dell’esperienza, del classico giocatore di categoria a cui piace la solidità del passato, la sicurezza e la garanzia di un nome e di una storia lunga e importante, Puma pensa anche ai giovani, alle nuove generazioni. Su Puma Football si possono trovare anche le scarpe Speed, quelle indossate da Eto’o, o le Power, quelle di Chiellini e Buffon. E tanti altri prodotti.

Online – Per concludere. Detto del minisito Puma New King, il mondo Puma sul web si sviluppa anche su altri indirizzi. Tutte le collezioni sono su Puma Football. Ma Puma è su Facebook. Innanzitutto con l’applicazione Puma King. E poi con un divertente gioco. Insomma, non si può proprio far finta di niente. La strada per diventare re è spianata.

h1

LA SERIE A IN DIRETTA SULLO SMARTPHONE

21 aprile 2011

Un regalo per Pasqua. Il sabato santo del pallone (23 aprile), tutto in diretta, e gratis, sullo smartphone. Vodafone e Gazzetta Mobile regalano infatti la possibilità di vedere sei incontri di serie A in diretta video, con tanto di commento audio. E non è finita: saranno disponibili i singoli video dei gol e gli highlights degli incontri, sia durante che dopo i match.

Le partite in programma sono: Roma-Chievo (12.30), Palermo-Napoli (15), Genoa-Lecce (15), Inter-Lazio (15), Brescia-Milan (19), Juventus-Catania (21).

Basterà collegarsi con il telefonino al sito mobile.gazzetta.it per scegliere il match da guardare. Per questi sei incontri saranno visibili per tutti gli utenti Vodafone senza dover attivare alcun abbonamento.

h1

TUTTI I VELENI DEL CLASICO

20 aprile 2011

La finale di Coppa del Re a Valencia: Real e Barcellona si incontrano quattro giorni dopo il pareggio del Bernabeu. Al Mestalla la marcia spagnola verrà sparata a 120 decibel per coprire i fischi dei catalani. L’attacco a Mou: vince solo con i calci

di Luciano Cremona

Che ci sia in palio più della coppa nazionale è chiaro. Che questo Real Madrid-Barcellona sia già un gradino più in alto di quello dello scorso sabato, anche. Che il secondo ‘Clasico’ dei quattro previsti sia anche l’unico che mette in palio un trofeo vero, visto che la Liga sta già viaggiando verso Barcellona, non fa altro che aumentare la tensione, già alle stelle come si è visto nella battaglia del Bernabeu. E i motivi che fanno scaldare gli animi sono tanti.

CONTINUA A LEGGERE SU Sky.it