h1

FORTISSIMAMENTE DEKI

24 settembre 2010

Boh, non so neanche che cosa dire. Solo che ero lì, seduto sul divano, e parlavo dell’Inter con Dejan.

di Luciano Cremona

Al primo provino della sua vita, Dejan Stankovic fu scartato. Voleva giocare a pallone nello Zemun, squadra di un quartiere di Belgrado. Gli dissero: “Non hai talento”. Aveva dieci anni, Deki. Quando a neanche diciannove giocava nella Stella Rossa e in nazionale, chi gli aveva detto no si è mangiato le mani. Perché tra i tanti talenti usciti dalle giovanili dell’ex Jugoslavia, Stankovic è stato il più precoce, quello che ha battuto tutti i record di gioventù. Ad accompagnarlo, un motto che è anche uno stile di vita: “Rispetto per tutti, paura di nessuno”. Una carriera da predestinato, tra alti e bassi, e quasi sempre con la fascia di capitano al braccio. Proprio come in Inter-Bari. Stefan e Filip, due dei tre figli, lo ascoltano attentamente.

CONTINUA  LEGGERE L’INTERVISTA SU Sky.it

GUARDA LE FOTO DI “FORTISSIMAMENTE IO”, IL LIBRO DI DEJAN STANKOVIC

2 commenti

  1. Ah, Dejan… Mi ricordo di quando era alla Lazio. Io una bimba, lui non tanto più grande, bellissimi anni.


    • eh sì, anche perché alla lazio era già un campione…ce lo godiamo ancora fino al 2014! 🙂



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: