h1

L’ASSENZA DI UN GIOCATORE

10 marzo 2010

Assenza, non essenza. Poi magari i prossimi anni diranno tutta un’altra cosa, sarò smentito, mi dovrò ricredere. Però ieri, se fossi stato un tifoso della Fiorentina, sarei entrato virtualmente in campo per dare una pedata nel sedere a Montolivo. L’assente per eccellenza. E pensare che ora indossa pura la fascia di capitano. Manca un quarto d’ora, vinci 3-2 ma sei eliminato, devi giocare due palloni come Dio comanda. Dare una palla giusta, inventarti un dribbling, uno solo, per liberarti e avere spazio per dare un pallone nello spazio. E invece, come sempre, Montolivo si è nascosto. Ho in mente due palloni che sembrava gli scottassero. Se ne è liberato subito, sbagliando l’appoggio. Piccoli particolari per giudicare un giocatore. Che da anni dicono sia il futuro. Ma questo futuro è arrivato da un pezzo, e Riccardo non l’ha cavalcato. Il risultato è un presente timido, di grandi partite e di assenze ingiustificate. Ingiustificate, ingiustificabili, troppo frequenti. Praticamente insopportabili, soprattutto per chi porta la fascia di capitano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: