h1

CENTODUE

9 marzo 2010

Con i colori del cielo e della notte, infinito amore, eterna squadra mia

Due anni fa ero lì a San Siro, Inter-Reggina era solo il contorno. Era l’8 marzo, a dire il vero, e non il 9. L’anticipo, prima del ritorno di Inter-Liverpool. Uno stadio così non si era mai visto. C’era la storia del calcio, dell’Inter, c’era Massimo Moratti. C’era, ma stava in disparte, Roberto Mancini, che era già in odore di dismissione. Di lì a tre giorni avrebbe annunciato l’addio all’Inter, appena dopo l’eliminazione. C’era Celentano che cantava e si inginocchiava sotto la curva, ma soprattutto c’era Gianfelice, il figlio di Giacinto. Il suo discorso fu il punto più alto di quella serata nerazzurra. Centoanni. Adesso sono centodue. Sono arrivati due scudetti e una supercoppa, nel frattempo. Tra una settimana giusta, il ritorno con il Chelsea. Auguri Inter, auguri e buona fortuna.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: