h1

L’INTER DI LUCIO

25 febbraio 2010

L’ha voluto per aumentare la personalità di un reparto, di una squadra intera. Quando Mourinho ha capito che Ancelotti non avrebbe mollato Ricardo Carvalho, ha puntato 5 milioni su Lucio. Ieri, a dieci minuti dalla fine della partita, ha capito di aver vinto la scommessa.

Tutto lo stadio si è alzato in piedi. Un’ovazione spontanea, sentitissima. Ottantamila persone che cantavano: “Lucio, Lucio, Lucio!”. Quando è ripartito, per l’ennesima volta in dribbling, saltando di tacco Drogba, un signore si è girato e ha detto: “Mamma mia! Gioca da solo!”.

Ha fermato Drogba, dopo aver azzerato Ibra in Inter Barcellona. E soprattutto dopo aver giocato un’altra partita immensa nell’impresa di Kiev. Insomma, in Champions Lucio sta facendo la differenza, eccome. Con Samuel è stato praticamente impeccabile. In campionato qualche buco l’ha lasciato, ma per Mourinho è fondamentale averlo in campo. Intensità, un pizzico di follia e tanta, tanta personalità. Se l’Inter ha fatto un passo in avanti in Champions è anche grazie alla grinta e alla personalità di un guerriero come Lucio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: