h1

MA GIOCHIAMO MALE

11 settembre 2008

Dura analisi di Sconcerti sull’Italia che vince ma non convince

Non è una bella partita ma ha il pregio di non avere importanza. Lippi è il primo commissario tecnico ad avere la forza di ammettere che i preliminari non contano. Sono solo una prassi necessaria per poter giocare i Mondiali veri. Queste piccole tappe estive fra due anni non avranno nessun posto nella memoria.

Saranno infortuni della storia o del clima, come è successo a Cipro dove gli avversari correvano il doppio e noi ci siamo difesi chiedendo l’anticipo dell’inizio del campionato. Dimenticando che Cipro è molto più a sud nel Mediterraneo e molto più indietro in quella che noi chiamiamo preparazione. Perché dunque continuavano a correre più di noi se non ne avevano motivo? Ora sappiamo che non c’è risposta. Che queste partite ufficialmente non hanno importanza. Saranno felici gli sponsor e anche quei pochi milioni che hanno deciso di guardarle. Il senso vero della storia è che Lippi naviga come un totem nella mediocrità del calcio di questi tempi. Non c’è sorpresa, non c’è cosa che non avesse previsto. E se diventa imbarazzante rincorrere ciprioti e georgiani la risposta è che bisogna ormai anticipare di un paio di settimane l’inizio del campionato. E quel poveretto del presidente federale, che non è campione del mondo, che pure è costretto a seguirlo e a ribadire che una prima giornata a Ferragosto sarebbe cosa buona e giusta. Con l’Italia al mare, assolutamente non preparata alla preoccupazione del campionato, bisognosa anzi di dimenticare tutto, esiti delle proprie squadre comprese. La modernità ci abitua a ribaltare i pensieri, ma dire che giochiamo male contro Cipro e Georgia perché non ci bastano due mesi di preparazione è un assurdo che va denunciato. È tempo di dare alle cose l’importanza che hanno.

L’Italia non sarà ogni volta una giusta causa di felicità nazionale, ma non si può nemmeno nascondere la nostra leggerezza dietro ostacoli che non riescono a esistere. Molti dei nostri giocatori, i più importanti, fanno fatica in questo momento ad avere dimensione internazionale. Purtroppo sono i migliori. Il primo è Pirlo, ne abbiamo già parlato. È involuto e lento come un robocop. Sembra non pensare più da tempo. Ricominciando dopo 60 partite in un anno, ripete ormai i movimenti quasi in modo automatico. Il secondo è Aquilani, splendido giocatore che almeno una volta però dovrebbe decidersi a essere decisivo. Il terzo è Toni, ormai professionista del calcio televisivo. Conosce benissimo i tempi in cui disperarsi, meno quelli in cui risolvere la crisi di fantasia della propria squadra. Il quarto è Cannavaro, pericoloso negli anticipi e molto bravo a nascondere i propri limiti approfittando dei limiti dei compagni di reparto. Il quinto è Camoranesi, il migliore in senso assoluto ma anche lui sempre di routine. Una squadra quasi senza cuore, di sole promesse, che alla fine va oltre l’avversario e finisce per dominare questo magro girone quasi per pura forza mediatica, con due gol dell’unico giocatore che vuole ancora affermarsi, che non è stato saziato da un Mondiale praticamente saltato, De Rossi. Visto che come dice Lippi, queste partite non hanno vera importanza, ce lo possiamo allora dire con sincerità: giochiamo male. Praticamente tutti. Avremmo ampie giustificazioni, tra cui anche l’indigenza dell’avversario (non si può giocare bene da soli), ma l’evidenza è che non si può seriamente discutere. Ci aspettano due anni di dogma. Mai parlare del superfluo. E servire sempre quelli che hanno già vinto e detengono la verità.

Mario Sconcerti
[www.corriere.it]

2 commenti

  1. giusto, e riguardo a Pirlo: non lo sopporto più. Secondo me è pure troppo sopravvalutato.da un milanista


  2. diciamo che gioca sempre Pirlo e può essere che a lungo andare ne risenta…quando non è in forma, è indubbiamente un giocatore in meno…e poi con De Rossi non fa mai meraviglie, si pestano un po’ i piedi..



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: