h1

CONTA IL CARATTERE

20 giugno 2008

Portogallo a casa, Germania in semifinale: una storia già vista

Tutti a dire: Portogallo stellare, C. Ronaldo fantastico, Deco incredibile, che squadra, che allenatore, sono già in finale. Poi si presenta la SOLITA Germania, dove giocano Rofles, Podolski che è stato in panchina tutto l’anno, Schweinsteiger che ha giocato pochissimo essendo la riserva di Ribery al Bayern. Dove Giocano Lehman, riserva di Almunia e Metzelder, merengue desaparecido. E succede che vincono i tedeschi. Strano? Incredibile? No. Oserei dire piuttosto, NORMALE. Vince la storia, vince la tradizione, vince il carattere e la praticità di chi, da sempre arriva sempre fino in fondo, pur avendo squadre tecnicamente inferiori. Prendete uno per uno i portoghesi e i tedeschi, e tutti diranno: Portogallo batte Germania 7-4. Ieri sera, i tedeschi, con il loro ct in tribuna, squalificato, hanno dimostrato per l’ennesima volta che nel calcio, più dei colpi di tacco di C. Ronaldo conta la voglia, l’abitudine e il coraggio. Il Portogallo ha pagato la bellezza di un calcio che non dà risultati: il famoso calcio senza porta. Ronaldo era l’unico in grado di sfatare questo mito, lui, l’uomo dei 40 gol. Non c’è riuscito neanche lui. Vanno avanti i Klose e i Ballack, giocatori non eccelsi come il portoghese, ma tremendamente adatti a queste competizioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: