h1

Il CORMORANO DALLE ALI DI CACHEMIRE

19 gennaio 2008

Patrick Kluivert, un bomber enigmatico

A guardar le statistiche, si direbbe che Patrick Kluivert è stato uno dei bomber più forti degli ultimi 10 anni. In realtà, questo non è vero fino in fondo. Kluivert è un classe 1976, e ha raggiunto l’apice della sua carriera nel 1995, a soli 19 anni, segnando in finale di Champions League contro il Milan il gol che regalò all’Ajax il titolo di campioni d’Europa. Con la maglia dei lancieri vinse anche due scudetti, la Supercoppa Europea e l’Intercontinentale.
Era l’ennesimo prodotto del vivaio dell’Ajax, alto, ma di doti tecniche indiscutibili. Un giocatore a mio avviso atipico per il semplice fatto che sarebbe potuto diventare un fenomeno generazionale. Poteva essere una sorta di Ibrahimovic ante litteram: la sua tecnica era ottima, e la sua fisicità gli consentiva di essere molto presente in area di rigore.
Il paragone con Van Basten fu presto proposto, e in fondo ci cascò lo stesso Milan, che lo acquistò nel 1997: una sola stagione, 9 gol fatti e decine e decine sbagliati. Crebbe così la sua fama di mangia-gol. Nel 1998 il trasferimento a Barcellona, dove rimase fino al 2004. 255 presenze e 120 gol, media di un gol ogni due partite, decisamente buona. Vinse la Liga nella prima stagione, ma le seguenti stagioni non furono luminose dal punto di vista delle vittorie. Kluivert aveva trovato la dimensione esatta della sua carriera. Un attaccante da 15 gol a stagione, ma mai decisivo fino in fondo, tanto è vero che Kluivert non ha più vinto niente. Dal 2004 è iniziata la sua peregrinazione per l’Europa, in cerca di contratti da classico giocatore a fine carriera, a dispetto di una carta d’identità che gli avrebbe consentito di giocarsela alla grande fino in fondo. Newcastle, Valencia, Psv (con cui vince lo scudetto, ma segnando appena 3 gol) e adesso Lille (6 presenze e 2 gol per ora). Sono le tappe del declino, di un giocatore arrivato sul tetto del mondo troppo presto e incapace di rimanerci. La sua carriera è stata una lunga discesa verso l’anonimato. Solo con la nazionale Kluivert si è sempre esaltato, 79 presenze e ben 40 gol, record assoluto. Ma i gol si sa, bisogna anche pesarli. E il peso specifico dei gol di Kluivert non è mai stato alto, ad eccezione del gol in finale di Champions.

One comment

  1. Beh quel maledetto gol al Milan non lo dimenticherò mai.. Dannato Kluivert!!!!



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: