h1

HOME SWEET HOME

10 gennaio 2008

Via ai rientri dai campionati esteri: i primi a tornare sono Storari e Cirillo

Siamo i campioni del mondo, abbiamo tanti giocatori bravi, ma è inutile, non siamo bravissimi ad esportarli all’estero. E si che ultimamente la tendenza è un po’ cambiata, basti pensare che il più forte centravanti italiano, Toni, gioca al Bayern Monaco o il nostro miglior giovane, Giuseppe Rossi, è al Villareal. La storia recente ci insegna però che sono pochi i giocatori italiani che hanno sfondato all’estero. Quello che ha reso di più è stato sicuramente Zola, ma anche Di Matteo e Di Canio fecero bene in Inghilterra. Ultimamente è soprattutto la Spagna a dare dispiaceri ai nostri. Ricordiamo Fiore Di Vaio e Tavano, nella loro esperienza da incubo a Valencia, dove invece Moretti sta facendo bene. Ogni caso è diverso, ma quello degli ultimi giorni dimostra che, appena c’è la possibilità, chi non si trova bene all’estero fa di tutto per tornare a giocare in Serie A.
In Spagna il Levante allenato da De Biasi aveva puntato forte sugli italiani: Storari, Cirillo, Riganò, Tommasi. Ma il Levante è praticamente già retrocesso, gli italiani hanno fatto il possibile ma la squadra era veramente inesistente. A ciò si è aggiunto un non pagamento degli stipendi, che ha fatto diventare un vero incubo l’esperienza nella Liga. E allora? Si torna a casa. Storari (il cui cartellino rimane del Milan) va a Cagliari, a dare un po’ di sicurezza al reparto difensivo. Cirillo torna a Reggio Calabria, dove si era consacrato come giovane di talento, prima della fallimentare esperienza all’Inter. Il prossimo? Riganò, ci potete contare. Un squadra che si vuole salvare in A dovrebbe andare a prenderlo a piedi.

One comment

  1. La storia dei calciatori italiani all’estero dimostra che tutti quelli che sono partiti pensando di essere fenomeni ma che in realtà non lo erano sono tornati mestamente a casa (è il caso di Fiore, Di Vaio, e tanti altri). Quelli veramente forti o partiti consci sia loro che il club che li ha acquistati del loro potenziale, si sono affermati come Zola, Viali, Ravanelli, Giuseppe Rossi ora, Moretti (nel suo essere giocatore normale) e prima di lui Carboni…



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: