Archive for gennaio 2008

h1

SUPERMARIO!

31 gennaio 2008

Balotelli affonda la Juve a Torino

Ne avevamo parlato alla fine di dicembre, dopo un Reggina-Inter di Coppa Italia, di Mario Balotelli. Ieri sera, il fenomeno dell’Inter si è messo in mostra al grande pubblico. L’Inter si è presentata a Torino dovendo vincere e invece di far giocare Ibrahimovic, Cambiasso e Materazzi, ha giocato con Rivas, Pelè e Balotelli appunto. Che si è inventato due gol uno più bello dell’altro e ha giocato una partita sontuosa. Questo è un ragazzo classe 1990, e finalmente anche il calcio italiano può dire di avere il suo fenomeno. La Spagna ne sforna in quantità (Bojan è solo l’ultimo), il Messico pure (Dos Santos, Vela). Balotelli un anno fa giocava con gli esordienti. Ieri ha giocato titolare a Torino contro la Juve, doppietta di personalità e istinto. Il tanto decantato Legrottaglie ha potuto solo guardare sul secondo gol, quando Balotelli in un amen ha girato la palla all’incrocio! La straordinaria forza fisica, lo scatto, il controllo di palla e il dribbling sono le qualità di SuperMario. Come dice Mancini, ora viene il difficile, perché il ragazzo non si deve montare la testa, anche se ha dimostrato di essere già pronto. Anche la Milano nerazzurra ha il suo Pato. E se permettete, Balotelli è già in vantaggio sui gol fatti: 4 a 3, per il ragazzo bresciano, che ha pure un anno in meno.

Annunci
h1

IL TORO COMPRA, IL NAPOLI NON SI FERMA

31 gennaio 2008

Diana e Pisano alla corte di Cairo

Sono Aimo Diana e Marco Pisano, entrambi provenienti dal Palermo, i rinforzi per il Torino di Novellino. Pisano è un terzino, che quest’anno ha avuto poco spazio a Palermo; Diana è un giocatore universale, nato come uomo di fascia, sa adattarsi anche al centro. Il Torino però cerca disperatamente un attaccante. Di Michele intanto potrebbe essere usato come pedina di scambio con il Genoa, per Di Vaio. Caracciolo potrebbe finire ai Glasgow Rangers. Comotto ha rifiutato il trasferimento al Palermo, dovrebbe quindi rimanere. La Fiorentina ha alzato il prezzo per Pazienza: il Napoli ci pensa; intanto Mannini, preso dal Brescia per giugno, arriva subito. E Marino insiste per Esposito, che chiuderebbe una campagna acquisti sfavillante. Calaiò verso il Genoa, che punta Andreolli e ha ceduto Coppola al Siena. La Samp prende Miglionico dal Piacenza, sperando di avere fortuna come nell’operazione Campagnaro. La Roma intanto si è disfatta di Kuffour (Ajax) e Barusso (Galatasaray). Il calciomercato chiude alle 19, vi terremo aggiornati!
h1

PAZZO MERCATO

30 gennaio 2008

Si profila un giro di giocatori clamoroso

Per farla breve, andremo subito al sodo: Corvino, Zamparini e Pierpaolo Marino stanno parlando fitti fitti, per un giro di giocatori molto importante.
Allora: la Fiorentina ha chiesto al Torino Comotto (come riporta la Gazzetta), ma il Palermo vuole a tutti i costi il capitano del Torino: in cambio sarebbe disposto a dare Pisano e Diana. Così ha offerto alla Fiorentina Zaccardo. La società di Della Valle attende nel frattempo che il Napoli sborsi i 4 milioni di euro necessari all’acquisto di Michele Pazienza, che si trasferirebbe dalla corte di Prandelli a quella di Reja. Con i soldi incassati, Corvino andrà da Zamparini a chiedere Simplicio. Quando lo chiese l’Inter, il presidente del Palermo sparò 20 milioni, per mettere in difficoltà Moratti (che poi si è portato a casa Maniche per un niente, senza aver bisogno di inseguire Zamparini e le sue follie). Ora Simplicio è valutato 9/10 milioni. La Fiorentina potrebbe decidere di sborsare. Intanto il Napoli ha chiesto al Palermo Ciro Capuano, mentre difficilmente avrà Esposito dalla Roma. Zamparini intanto si sta accordando con il Parma per l’intricata questione Tullio De Melo, che a fine stagione sarà un giocatore rosanero.
Il Torino cerca Semioli dalla Fiorentina. Andreolli dalla Roma potrebbe finire a Genova, sponda rossoblù. La Lazio ha quasi ultimato l’acquisto di Ousmane Dabo, ex Inter, Atalanta e proprio Lazio, proveniente dal Manchester City.
h1

QUANTI COLPI

29 gennaio 2008

Società scatenate sul mercato: ultimi giorni di calciomercato infuocati

Vi abbiamo riferito di Stendardo e Sissoko alla Juve, che ha aquistato anche Mellberg per giugno. Ma le società di Serie A sono in fibrillazione e continuano a piazzare colpi di mercato. La Fiorentina ha acquistato dal PSV per 4 milioni di euro il difensore Manuel Da Costa, classe 1986, portoghese. Balzaretti intanto è finito a Palermo, come peraltro anticipato proprio da Calciofilia.
Il Napoli, dopo aver ufficializzato Mannini del Brescia per la prossima stagione, ha acquistato il promettente difensore brasiliano Fabiano Santacroce, 21 anni, sempre proveniente dal Brescia. Nell’operazione è stato inserito De Zerbi come parziale contropartita. È da sottolineare il fatto di come Pierpaolo Marino sia riuscito in pochi mesi a strappare la colonia di promesse del Brescia all’Inter, che si diceva fosse favorita sui tre gioielli. Vedremo come andrà a finire invece con il portiere Viviano. Nel frattempo, il Napoli ha chiuso per il portiere Nicolas Navarro: 2 milioni e mezzo di dollari all’Argentinos Juniors
Il Torino è ancora alla caccia di un’attaccante: a mio avviso non doveva lasciarsi sfuggire Riganò, finito al Siena. Il Catania pesca ancora in Sudamerica: dal Boca Juniors arriva Matias Silvestre, difensore argentino classe 1984; dall’Estudiantes arriva l’esterno Pablo Sebastian Alvarez, classe 1984.
Il Genoa invece ha puntato sul 22 Wilson, attaccante esterno, veloce, tecnico e con la capacità di fare gol: arriva dal Corinthias per 2 milioni di euro. Un altro giovane di belle speranze acquistato dal club rossoblù è Matias Masiero, 19enne uruguaiano, proveniente dal Central Espanyol de Montevideo.
Su Calciomercato.com potrete trovare dei video che vi faranno conoscere meglio queste nuove promesse sudamericane.
h1

SISSOKO ALLA JUVE: UFFICIALE!

29 gennaio 2008

Esclusiva Calciofilia: Sissoko alla Juve

Stamattina la Juventus ha depositato in Lega Calcio il contratto di Lamine Sissoko, centrocampiste del Liverpool. Si chiude quindi il mercato bianconero: il centrocampista africano si aggiunge al difensore Stendardo.
Sissoko, impegnato in Coppa d’Africa, era stato avvistato a Torino domenica per le visite mediche.
h1

TREZEGOL

29 gennaio 2008

Player of the week: Trezeguet

Non può che essere Trezeguet il Player of the week. Sempre più capocannoniere (15 gol), sempre più decisivo, sempre più indispensabile. Tutte caratteristiche che Trezeguet si porta dietro dall’inizio della sua carriera bianconera, ma che oggi più che mai risultano essere il valore aggiunto della “nuova” Juve. La doppietta al Livorno è lo spot del gioco di Trezeguet, ma non solo. È stata l’ennesima dimostrazione che la Juve è Trezeguet-dipendente e che la vecchia guardia (Del Piero e Nedved) sono i giocatori più importanti della Juve di Ranieri, a dispetto dell’età che avanza. E così, i milioni spesi per Criscito, Tiago, Almiron e Andrade sono serviti solo a coprirsi di ridicolo. La spina dorsale della Juve è quella vecchia, solida e spietata. E Trezeguet è il finalizzatore finale ideale e mai banale.

h1

FRENATI

28 gennaio 2008

La stampa riesce nella missione intimidatoria: Udinese-Inter 0-0

Una settimana di veleni sull’Inter. Una settimana di titoloni tipo “Scandalo Inter”, “Favori all’Inter” per un rigore contro il Parma, il cui giocatore ha ammesso di aver toccato la palla di mano. Risultato: a Udine l’arbitro Rosetti arbitra a senso unico la partita, espellendo frettolosamente Cesar per doppia ammonizione (la prima inesistente, la seconda per una entrata vigorosa, ma sulla palla), annullando un gol regolare a Ibra e dando l’impressione di voler dimostrare a tutti che lui è più bravo, perché dà contro all’Inter. Ora, l’Inter, in 10 per un’ora, ha dimostrato una volta di più di essere una squadra stellare: ha messo spesso alle corde l’Udinese spettacolo, sfiorando più volte il gol. Una partita che permette alla Roma di andare a meno 5, ma che lascia il sentore di una corazzata imbattibile, che coi rientri di Stankovic ma soprattutto di Vieira sarà ancora più difficile da battere. Però gli arbitri non si devono mettere di mezzo. Oggi i giornali scrivono “Favori all’Inter? NO”, quasi a volersi giustificare.
Sembra un giornalismo da Far West: bisogna per forza sparare grosso. Un po’ di obiettività non guasterebbe. Sudditanza psicologica? Io dico sì, ma nei confronti della stampa.